Vivibilità (spazi verdi, pulizia, aria pulita…)

La pulizia delle strade, dei parchi, l’aria pulita e l’arredo urbano rappresentano un biglietto da visita della città.

Descrivici il tuo territorio: pensi sia gradevole? pensi sia vivibile? Dove porti i tuoi bambini a giocare? E il tuo cane a correre? Ci sono spazi adatti alla corsa o alle passeggiate? Come sono le piste ciclabili? Come è il tuo quartiere?

La città è di tutti! Collabora lasciando un commento a migliorare il territorio in cui vivi.

8 Responses to Vivibilità (spazi verdi, pulizia, aria pulita…)
  1. Claudio
    maggio 26, 2011 | 11:09

    E’ Maggio, le giornate sono lunghe ed assolate, niente di meglio di una passeggiata sull’argine per far sgranchire le zampe al cane, ma… siamo a Santa Croce opppure nel Borneo? Le erbacce hanno raggiunto ormai il metro e mezzo di altezza, lasciando libero solo uno stretto viottolo che a malapena consente lo scambio di due persone. Oltre che brutto esteticamente, questo stato di “semi-abbandono” dell’argine facilita il nascere e prolificare di milioni di zanzare, topi, talponi, bisce e svariate altre tipologie di insetti volanti e striscianti. Nel tratto di competenza del Comune di Castelfranco è tutto bello pulito, noi che s’aspetta a dare una bella potatina?
    Grazie per la cortese attenzione, saluti
    C.G.

  2. Francesco
    maggio 30, 2011 | 11:29

    L’argine in direzione Fucecchio l’ho percorso 10 giorni fa e sono dovuto tornare indietro per l’erba troppo alta.
    A proposito di spazi verdi: i giardini sull’Arno vanno valorizzati, sfruttati ma soprattutto tenuti meglio. Fermo restando che sta all’educazione delle persone non lasciare in giro lo sporco, a giudicare dalle carte ormai in decomposizione, ci sono cartacce da diversi mesi quindi anche sedersi in quelle condizioni non è certo piacevole. Vogliamo parlare dei giochi per i bambini? Un po’ i vandali e un po’ le intemperie……ma ogni tanto fare manutenzione o sostituire ciò che non funziona più…….
    Un appunto su un’altra cosa che sembra marginale ma denota la mancanza di attenzione verso certi aspetti: la nuova mini-rotatoria fra via Dante, via Basili e piazza Matteotti. Luci ad effetto con led blue, una sagoma della pelle. Non discuto sull’estetica perché è una questione soggettiva ma l’erba secca è di una tristezza infinita.

    Comunque quello delle rotatorie è un tema triste, un costume diffuso in tutta Italia. A che serve lasciare la terra in mezzo se poi ci crescono sterpaglie di ogni tipo che limitano la visibilità e danno un immediato senso di incuria? Siete mai stati in Francia?

    Buon lavoro.

  3. Ilaria Rapetti
    giugno 1, 2011 | 12:16

    Buongiorno,
    lo stato di semi abbandono di cui parlano i sig.ri Claudio e Francesco è un aspetto che oltre ad avere ripercussioni sull’igiene, produce anche un conseguente degrado urbano che può generare insicurezza e paura nelle persone che passeggiano sull’argine. La conseguenza inevitabile è che, lentamente, i cittadini non utilizzino più questi spazi per portare all’aria aperta bambini e animali.
    I vostri commenti verranno presi in considerazione dall’Amministrazione Comunale che ha messo a disposizione questo sito web proprio per permettere a tutti di esprimere malcontenti.
    Ilaria Rapetti – Simurg Ricerche

  4. Francesco
    giugno 6, 2011 | 11:54

    Troppo spesso vedo in giro, intorno ai cassonetti, sacchi di rifiuti.
    In particolare, in Piazza Matteotti, accanto alle torrette dei cassoni interrati, ci sono quasi sempre sacchi di rifiuti indifferenziati, sacchi di carta e sacchi contenenti plastica e alluminio lasciati in terra. Qualche appostamento e una bella multa a chi non ha voglia di fare 100 metri per cercare un altro cassonetto? A che serve investire per un servizio innovativo e di sicuro pregio, se poi i rifiuti sono lasciati sul marciapiede?
    A proposito delle colonnine dei cassoni interrati: mettere delle etichette meno approssimative in corrispondenza dei tasti (organico e indifferenziato) è un investimento da migliaia di €??
    Resta il problema degli stranieri: è vero che sulle campane per il vetro ci sono simboli inequivocabili (bottiglie, lattine ecc) ma forse sarebbe il caso di fare cartelli multilingua in modo che nessuno abbia scuse sul corretto utilizzo dei cassoni.

    • Ilaria Rapetti
      giugno 7, 2011 | 09:29

      Anche per quel che riguarda l’immondizia, il Comune sta cercando di migliorare aspetti che in questo momento creano disagi alla cittadinanza. Inoltre, un’attenta formazione sul riciclaggio della spazzatura potrebbe essere proprio una buona idea in virtù di agevolare chi lavora nel settore.
      Anche l’idea di esibire cartelli multilingua sui cassonetti, potrebbe essere una buona prassi vista anche l’alta percentuale di stranieri residenti sul terriotorio santacrocese (tenga presente che al 31/12/2009 i residenti stranieri sono poco più di 2.500, cioè, il 18% della popolazione, incidenza tripla rispetto alla media regionale).

      • nervosa
        ottobre 5, 2012 | 22:53

        Scusami ma la foto di bottiglie di plastica,bottiglie di vetro, carta …ect….nn è universale!!!!!!!!!!!!!!!!!Bisogna fare dei cartelli appositi????Lo cosa bisogna fare ? ESSERE + CIVILI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!E RISPETTARE GLI ALTRI!!!

  5. annalisa
    settembre 12, 2011 | 10:00

    Da buona amante della natura tutte le volte che passeggio o corro sull’argine mi vengono in mente molte cose possibili da fare per migliorarlo.
    Potrei iniziare a proporre una buona pista ciclabile/podistica, erba tagliata (non soltanto dal ponte al ristorante i canottieri)
    visto poi l’affluenza di molti podisti a tutte le ore del giorno e persone che camminano con o senza cani sarebbe bello che ognuno avesse la propria pista per l’attività scelta, magari anche con un bel percorso ginnico (attrezzi come sbarre, fontana per bere)
    In molti altri comuni vi sono alcune zone,dette anche zone sgambamento, che servono per far scorrazzare i nostri animali senza pericolo per loro e per gli altri.
    Di posti verdi ne abbiamo ma non vengono sfruttati, ogni giardino possiede un divieto ed è giusto rispettarlo; ma posso sapere dove posso portare a correre il mio cane senza che venga messo sotto una macchina?

  6. nervosa
    ottobre 5, 2012 | 22:41

    Buonasera,
    sono una cittadina che abita,purtroppo, in via Sant’Andrea…..volevo segnalare che in questa via,transitata da mezzi pesanti,non esiste una segnaletica stradale, non esistono marciapiedi,non esistono segnali per il controllo della velocità, non esistono striscie pedonali …e poi!!!!!!!
    cosa altro manca!!!!ah si!!!!!!!!!!!!!!la rotonda al semaforo!!!ma nessuno si è accorto che l’”aiuola ” della rotonda è fatta di macerie?????????
    Ma la Polizia Municipale dove sta’??????????????????
    NOn ho mai visto in questa strada vigili che controllino la velocità !!!!!!!!!!!!!!
    Ho parlato con il nostro “simpatico” Sindaco per dei “dossi” o cmq limitatori di velocità, ma la raccomandata indirizzatagli nel 2006 con la firma dei residenti della via, non l’aveva letta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ma i marciapiedi…in alcuni punti sono inpercorribili dall’erba alta che c’è…………..
    Bisogna rivolgersi al Gabibbo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. leone
    maggio 14, 2013 | 20:07

    L’importante e’ tenere pulita la piazza davanti al comune !

Lascia un commento

Vuoi utilizzare tag HTML nel tuo commento?